Skip to content Skip to footer

Crediti

CURATORI

Neal Hartman – Direttore, Science Gallery Venice
Erica Villa – Responsabile Programmazione, Science Gallery Venice

La mostra virtuale Netcher e gli effetti in realtà aumentata sono stati possibili grazie al contributo delle seguenti società:

Uqido – Uqido crea un impatto positivo sulle vite umane e sulle imprese attraverso l’applicazione ponderata del design e della tecnologia. Siamo riconosciuti per la qualità del nostro pensiero progettuale applicato all’ingegneria del software in piattaforme Web, IoT, realtà virtuale e aumentata, machine learning e blockchain. L’energia propulsiva di Uqido proviene dai suoi ingegneri, neuroscienziati, fisici, sviluppatori, UX, UI, designer di ID e matematici che applicano la loro passione a progetti tangibili. Uqido ha fornito gli effetti in AR (Realtà Aumentata) per Refettorio di Palladio e “Ritratto di signora” di Klimt.

So Real – SO REAL DIGITAL TWINS AG si trova alla convergenza di arte, imaging e fisica reinventando la tecnologia dei modelli di precisione per XR (realtà estesa). Utilizzando una tecnologia di scansione e conversione brevettata, hanno automatizzato la produzione di gemelli digitali, fornendo oggetti fisici per un mondo digitale. Producendo in massa oggetti 3D di qualità cinematografica, XR e per il gaming, facilitano l’accesso globale a esperienze immersive da utilizzare nel patrimonio culturale e nei musei, nella moda, nei videogiochi, nei film e in tutti gli XR. So Real ha fornito gli effetti in AR (Augmented Reality) per l’Arco di Palmyra e il Vaso Hydria. https://www.uqido.com/

Arc / k Project – Arc/k Project è dedicato alla conservazione digitale e alla condivisione del patrimonio culturale in modi nuovi per la difesa, l’accesso, l’educazione e la ricerca. Arc/k Project ha fornito il modello digitale 3D dell’Arco di Palmira per questa mostra. https://arck-project.org

Una_Quantum – L’Associazione Culturale Una Quantum inc., è stata fondata da quattro archeologi per lo sviluppo di software, hardware e idee per la gestione, fruizione e diffusione dei Beni Culturali. Per raggiungere i suoi scopi sociali, l’Associazione promuove i contatti all’interno della comunità di utenti e sviluppatori di software relativi ai Beni Culturali, promuove lo scambio di idee e formati tra le istituzioni pubbliche e private che si occupano di BBCC. Promuove rapporti con altre Associazioni Nazionali ed Internazionali ed Enti Pubblici e Privati finalizzati alla realizzazione di iniziative in armonia con gli scopi di Una Quantum inc. Promuove corsi e concorsi di idee relativi alle innovazioni tecnologiche nel campo dei Beni Culturali. Sviluppa, compila, pubblica e sostiene gli open-data nei Beni Culturali. https://www.unaquantum.com/

PARTNER ISTITUZIONALI

Fondazione Cini – Fondata nel 1951 da Vittorio Cini, i primi progetti della Fondazione erano rivolti ai problemi pressanti dell’immediato dopoguerra: la necessità di formazione dei giovani e sviluppare mezzi e strutture dedicati alla ricerca scientifica e culturale. Oggi la Fondazione Giorgio Cini è un’istituzione culturale di fama internazionale che funge da centro di studi, luogo di incontri e dibattiti su tematiche contemporanee, spazio in cui l’attività scientifica si sovrappone costantemente – con progetti di ricerca ed eventi che mirano a migliorare il “conoscenza del mondo”. La Fondazione Giorgio Cini è anche uno scrigno inestimabile di tesori letterari, artistici, musicali e d’archivio. La Fondazione ha fornito l’accesso al Refettorio del Palladio, oltre a contenuti aggiuntivi per la creazione dell’esperienza AR (Realtà Aumentata). 

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia – Fondato nel 1889, il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia è dedicato alla riflessione sulle origini più remote dell’identità italiana, concentrandosi sulle antichità pre-romane di popoli come gli Etruschi e gli Italici. È diventato il più importante museo etrusco del mondo e vanta nelle sue collezioni alcuni dei più famosi capolavori di questa civiltà, per un totale di oltre 6000 oggetti distribuiti in 50 sale, su una superficie espositiva di oltre 3000 metri quadrati. Per la sua straordinaria importanza culturale nel 2016 il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia è stato inserito tra i 32 istituti di “rilevante interesse nazionale” dotati di autonomia scientifica e amministrativa, iniziando una nuova pagina della sua secolare storia. Il museo ha gentilmente messo a disposizione il vaso hydria del Pittore di Micali per il rilievo fotogrammetrico per la mostra del progetto Netcher.

Galleria d’Arte Moderna Ricci OddiLa Galleria Ricci Oddi da oltre 15 anni è attiva sul territorio nell’ambito dell’educazione e formazione artistica e culturale e mette a disposizione diversi progetti e attività per promuovere il sapere custodito dal museo e renderlo fruibile. La Galleria si prefigge anche di favorire nuove forme di socializzazione, integrazione e arricchimento personale, coinvolgendo ogni anno migliaia di utenti a vario titolo: scuole, studenti universitari, famiglie, giovani adulti; anziani; persone con disabilità; persone in situazione di svantaggio socio-culturale; gruppi organizzati non scolastici, associazionismo.